Per l’anno che verrà

A distanza di un anno dalla nascita di Spartaco.eu è indispensabile fare un bilancio di quel che si è fatto, e di quel che resta fare.
Essere intervenuti nel dibattito dei siti e dei blog dei precari è un fatto positivo, perché in un coro c’è bisogno di tutti i toni di voce.
Noi abbiamo cercato di fare la nostra parte, scrivendo e pubblicando quanto ci è sembrato utile per dare il nostro contributo di idee e di testimonianze.
Un fatto negativo è non essere riusciti a far incontrare intorno ad un tavolo almeno alcuni dei responsabili dei siti/blog dei precari, anche se all’inizio di quest’anno ci abbiamo provato.
Dobbiamo ritentare!

Divisi, ognuno per sé, non contiamo nulla.

Un coordinamento dei siti e dei blog a livello regionale ed in seguito nazionale darebbe più forza alle nostra domanda di lavoro stabile e di giustizia sociale, con l’intento di superare le divisioni tra lavoratori precari giovani e maturi, scoraggiati (quelli che il lavoro non lo cercano più, perché non sperano più di trovarlo), esternalizzati, in mobilità, in cassaintegrazione, licenziati, in considerazione del fatto che “il buco nero in fondo” è per tutti la disoccupazione o una misera pensione.
Infine un coordinamento dei siti e dei blog dei precari ci metterebbe in una posizione più favorevole nei confronti di partiti e sindacati sensibili alle nostre rivendicazioni e disposti con i fatti a sostenerle.
Un buon anno di lotte e di vittorie a tutti!

612 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *