Arresti di Giugliano (NA): doppia morale nella CGIL campana?

A Giugliano(Napoli) un sindacalista dell’ufficio vertenze della Cgil è stato arrestato insieme ad alcuni imprenditori per aver costretto i lavoratori a firmare verbali di conciliazione presso il sindacato ed a ritirare le denunce presentate all’ispettorato del lavoro.
Il sindacalista della Cgil è stato semplicemente sospeso e continuerà a prendere lo stipendio dall’organizzazione.
A Napoli, un anno fa, un sindacalista dipendente della Fillea Cgil, Ciro Crescentini, fu licenziato ed espulso dall’organizazione, buttato sul lastrico, una figlia ed una moglie da sostenere, per aver fatto denunciato e segnalato troppe illegalità nei cantieri edili nella provincia di Napoli.
Ciro è disoccupato. E si trova in gravissime condizioni economiche.
E’ molto significativa la doppia morale,i due pesi e le sue misure, i diversi comportamenti della Cgil Campania del bassoliniano Michele Gravano.
La nostra associazione che rappresenta centinaia di lavoratori dei beni culturali che sono andati via dalla Fillea Cgil a seguito dell’ingiusto licenziamento di Ciro Crescentini,nei prossimi giorni fornirà pubblicamente un dossier sulle gravi questioni morali che coinvolgono il principale sindacato italiano.
La Presidente dell’Associazione Il Mosaico
(Anna De Biase)
Tel. 3392413267/3357374778

Dal sito di Domenico Ciardulli 11 agosto 2008

390 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *