C’è un’Italia che lotta per i sogni dei suoi Partigiani

Così recita lo slogan sulla locandina inviataci dai compagni dell’ AnpiBarona in occasione della manifestazione nazionale per il 25 Aprile in piazza Duomo a Milano.
Noi c’eravamo in piazza Duomo l’altro ieri, anche quando è arrivato l’ autocarro del  centro sociale Cantiere, che puntava verso il palco, su cui un ineffabile Podestà, presidente della provincia di Milano sproloquiava paragonando i partigiani di allora ai militari italiani in missione all’ estero di oggi, come se gli ideali e le motivazioni che spingevano alla lotta di Liberazione i primi fossero simili a quelle dei secondi. Non che la piazza fosse muta ad ascoltare le puttanate di Podestà: un coro di buffone, buffone… e la canzone “Bella ciao” intonata da più parti ha sovrastato il suo comizio, tant’ é che solo a tratti si poteva sentire quello che diceva. Finché l’intervento è terminato con il sollievo di tutti.
Ora ci preme schierarci dalla parte dei ragazzi del centro sociale contro l’ ipocrisia degli esponenti del PDL, Moratti e Podestà, che in piazza del Duomo si riempiono la bocca  con retorici e falsi discorsi sulla Resistenza, mentre d’altra parte autorizzano e foraggiano manifestazioni dell’ estrema destra a Milano per i prossimi giorni.
Il comportamento dei giovani del Cantiere è stato stigmatizzato anche dall’ autorevole presidente dell’ Anpi Lombardia, il quale forse dimentica, che l’età media dei partigiani era di ventidue anni e che i giovani di oggi vivono una tristissima condizione di lavoro e di vita paragonabile forse a quella dei primi del Novecento: nessun avvenire, lavoro precario, sfruttamento, paghe da fame e morte sul lavoro.
Non erano questi i sogni per cui sono morti i partigiani!

1,253 Visite totali, 1 visite odierne

3 thoughts on “C’è un’Italia che lotta per i sogni dei suoi Partigiani

  1. ENNESIMO S.O.S. LIMITE E GRAVISSIMO A TOTALE DANNO E SCAPITO DELLA LIBERTA’ DEL CITTADINO.

    AD INDIRIZZO DEL CAPO DELLO STATO.

    TRAMITE SPARTACO “IL FATTO QUOTIDIANO”
    A TUTTI I MIEI SOSTENITORI, ED A TUTTI I PROFESSIONISTI DELL’INFORMAZIONE CON IL CORAGGIO DI INFORMARE.

    RIFERITO A COLORO I QUALI GESTISCONO LA RETE INTERNET.

    1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *