Corsi di formazione travestiti da annunci di lavoro

A Settembre cadono le foglie, si lava via l’abbronzatura ma gli annunci sOla continuano a spuntare rigogliosi. Secondo un’attenta indagine della qui presente Luce StRagista, questo è il periodo più fecondo  in cui le agenzie webmarkettare, i sottoscala creativi e le esseppià della Sincerità Riunita vanno a caccia di giovani menti sfigate.

Accanto agli stage gratuiti, alle collaborazioni a Pre-Getto e a quelle di Sesso Occasionale, si rafforzano sempre di più i Finti Lavori Formativi.
Dallo 0 a.C. fino a poche decine di anni fa, il giovane neolaureato per partecipare al rito di iniziazione che prevedeva l’ingresso nel mondo  del lavoro doveva inviare il suo civvù, sostenere il colloquio conoscitivo, raccontare delle sue attitudini per poi arrivare ad ottenere la dovuta ricompensa.

Con l’avvento dell’era contemporanea, la SGOBBAlizzazione, la SCROCCAlizzazione di massa e INTERInet, si è affermato il fenomeno dello Stage. A questo punto il neolaureato ha subito una vera e propria massificazione, divenendo un prodotto commerciabile. Insomma si è passati dall’Homo Sapiens Sapiens, chiuso nella sua torre eburnea, ad un vero feticcio della pop-art. Le prestazioni venivano offerte gratuitamente per periodi ben superiori ai sei mesi, il tutto per permettere al cucciolo della specie di accedere all’Agorà della Società.

Ai giorni nostri però assistiamo ad un’evoluzione avveniristica, paragonabile almeno al passaggio dalla teoria geocentrica a quella eliocentrica. Se un tempo, infatti, si credeva che il giovane dovesse diventare parte dell’ingranaggio dell’azienda, ovvero un suo produttore, oggi questa visione viene totalmente ribaltata. Per arrivare ad occupare un posto nell’Agorà, il giovane deve prima essere consumatore dei beni prodotti dall’impresa a cui aspira.

E così al colloquio vengono sgretolate, in un attimo, tutte le sovrastrutture costruite negli anni dell’università.
"Hai avuto esperienza di management di un team specializzato nella produzione di beni di importanza mondiale? …Non basta averle studiate queste cose, sai?!"
"Hai mai intervistato il Premio Nobel per la pace a poche ore dalla cerimonia?"
"Quante pubblicazioni puoi vantare all’interno della comunità scientifica? Tralasciando la tua tesina, ovviamente…"

Nonostante il quadro si faccia fosco, niente è perduto. Il giovane neolaureato può contare su un corso offerto ( A PAGAMENTO) dalla giovane azienda che fornirà tutti gli strumenti necessari per tornare al passo con i tempi ed occupare la posizione mancante.
E così se lo stage consentiva un tempo di lavorare gratis, oggi con lo Stage+Corso Formativo si lavora a pagamento. E stavolta a pagare non è l’azienda, bensì il lavoratore.

Si forma così una generazione di tuttologi, estremamente flessibile, adattabile, di certo pronta a sopravvivere alle glaciazioni, al surriscaldamento terrestre e all’effetto serra. Almeno fino al prossimo Big Bang dei Pigs.

da Vita da stragista    9 settembre 2010

694 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *