All’armi! Son fascisti!

Denis Verdini:"Ciò che non sappiamo e non vogliamo capire, e che non ci piace per niente, è che il Capo dello Stato, nelle sue prerogative, possa pensare che per risolvere i problemi di questo Paese si mandi a casa chi ha vinto le elezioni, Berlusconi e Bossi, e si mandi al governo chi le ha perse, Casini e Bersani"
Come per Mussolini, ci vorrà una lotta di liberazione per cacciare il governo Berlusconi?
Dall’ eloquio (sic!) di Denis Verdini parrebbe di sì.
E allora prepariamoci, partecipiamo alle manifestazioni programmate in questi giorni a Milano!

Adesso basta! promuove un’ assemblea pubblica il 16 dicembre alle ore 20 30  alla Camera del lavoro di Milano in corso di Porta Vittoria 43, sul tema:
Il paese delle stragi – l’attacco alla Costituzione e alla democrazia: da Piazza Fontana  dicembre 1969  fino al G8 di Genova luglio 2001.
A Genova il Governo Berlusconi scatenò una repressione senza precedenti , Carlo Giuliani fu ucciso,
centinaia i feriti, parecchi gravemente.

Il tribunale di quella città ha condannato i vertici della polizia ritenuti colpevoli.
Ma tutti sono stati promossi.
Noi diciamo chiaro e netto: devono dimettersi o essere rimossi dagli incarichi!
La legge è uguale per tutti.
Interverranno testimoni dei fatti, giornalisti e magistrati.
 
A Milano a fine ottobre 2010 è stato concesso uno spazio di proprietà pubblica nelle case popolari di Viale Brianza 20 a una formazione esplicitamente nazifascista,  l’“Associazione Lealtà Azione”, una delle organizzazioni di facciata degli Hammerskins.  La prima iniziativa di questi individui si è tenuta il 3 novembre, ed ha riguardato una conferenza in onore di Lèon Degrelle, un tempo generale delle Waffen-SS, poi condannato come criminale di guerra. Tra i partecipanti anche Roberta Capotosti, consigliera provinciale del Pdl.

L”11 dicembre si terrà il prossimo lugubre raduno dell’Associazione degli ex- combattenti della X Flottiglia Mas, presente Mario Bordogna, uno dei più stretti collaboratori di Junio Valerio Borghese .
Sarà organizzato da  Casa Pound che si trova nella sede dei volontari verdi di Borghezio.

Sono in atto intollerabili tentativi di radicamento territoriale di gruppi fascisti e razzisti con tanto di supporto della Giunta Moratti, che, mentre da una parte nega una sede all’associazione SOS Racket e Usura, dall’altra il 24 novembre 2010 assegna al gruppo militante Forza Nuova un altro locale di proprietà pubblica in C.so Buenos Aires, una zona centrale di Milano, 290 mq per dodici anni.
Forza nuova è un movimento di estrema destra antisemita, xenofobo e omofono, che nei suoi proclami offende costantemente la memoria di chi è caduto per la libertà del nostro paese.

500 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *