Prove tecniche di fascismo: il partito inutile e i sindacati gialli

Forse non tutti se ne sono accorti, ma nel nostro paese si respira già aria di fascismo.
Come definire altrimenti l’ ammissibilità concessa dal Tar alla lista Formigoni per l’ elezione a governatore della Lombardia, pur in presenza di firme fasulle e addirittura insufficienti, e l’interruzione del riconteggio delle schede per l’elezione a governatore in Piemonte reclamato dalla Bresso, anche qui in presenza di migliaia di schede assegnate scorrettamente a Cota.
Ed ora fortI di quella investitura popolare (sic!) Formigoni privatizza l’acqua pubblica e Cota ostacola la somministrazione della RU486 alle donne che la richiedono.
Ma il PD dov’era quando questi attentati alla democrazia venivano perpetrati?
E dov’è ora che Marchionne riduce in schiavitù gli operai Fiat di Pomigliano e di Mirafiori (Termini Imerese, l’ha già chiusa d’imperio), completando il panorama dell’ Italia precaria delle false cooperative,dei call-center e delle pubbliche amministrazioni?
Aiutato in questa ”lodevole” iniziativa da Fim, Uilm, Ugl e Fismic, sindacati ormai filo padronali.
Oggi Bombassei vicepresidente di  Confindustria ha dato la sua benedizione alla Fiat, potevamo aspettarci altro?
Bene ha fatto la Fiom a proclamare lo sciopero generale dei metalmeccanici.
Chi si fa pecora. Il lupo se lo mangia!

594 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *