Oscar Giannino

In questi tempi bui, speriamo di avere presto la luce di una nuova alba, capita di vedere a notte fonda al tg3 Linea notte un personaggio come Oscar Giannino, presentarsi  come economista, vestito al solito come un pagliaccio del circo, e sproloquiare sul referendum per l’acqua pubblica: sostenere che il Comitato per il referendum per l’acqua pubblica vuole in realtà il monopolio dell’ acqua stessa e che lasciarla in mano ai comuni (dissanguati dai tagli di Berlusconi e Tremonti n.d.r.) significherebbe impedire le manutenzioni delle reti idriche, che invece soggetti privati farebbero egregiamente(sic!).
Come hanno fatto in giro per l’Italia: dove l’acqua è stata privatizzata, le tariffe sono triplicate, la manutenzione abbandonata ed i controlli sulla qualità trascurati.  Testimonianze raccontano che il giovane Giannino condotto dal padre ad assistere al lavoro degli operai alle presse, abbia esclamato:”Piuttosto che fare questo lavoro, faccio il rapinatore. Ecco il suo sogno si è avverato, da molti anni ormai fa “il rapinatore di verità”. Questi personaggi che con l’aria di svelare grandi verità, dicono grandi stronzate, hanno ormai fatto il loro tempo Giannino, come Sgarbi, Gasparri, come Tremonti, per tacere di Berlusconi!
A casa!

409 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *