Dedicata a tutti i precari, gli esodati, i mobilitati e i disoccupati

“MALARAZZA”
Domenico Modugno (1976)

Tu ti lamenti, ma che ti lamenti? Pigghia nu bastuni e tira fori li denti…
Tu ti lamenti, ma che ti lamenti? Pigghia nu bastuni e tira fori li denti…
Tu ti lamenti, ma che ti lamenti? Pigghia nu bastuni e tira fori li denti…
Un servo tempu fa dintra ‘na piazza,
prigava Cristu in crucI e ci dicia:
“Cristu, lu me patruni mi trapazza,
mi tratta comu un cani pi la via,
si pigghia tuttu cu la sua manazza,
mancu la vita mia dici ch’ é mia…
Distruggila, Gesù, sta Malarazza!
Distruggila, Gesù, fallu pi mmia! Fallu pi mmia!”
Tu ti lamenti, ma che ti lamenti? Pigghia nu bastuni e tira fori li denti…
Tu ti lamenti, ma che ti lamenti? Pigghia nu bastuni e tira fori li denti…
E Cristo ma rispunni dalla cruci:
“Picchì si so spezzati li to vrazza?
Chi voli la giustizia si la fazza!
Nisciun’ ormai ‘cchiù la farrà pi ttia!
Si tu si ‘n’uomo e nun si testa pazza,
ascolta beni sta sintenzia mia,
ca iu ‘nchiudatu in cruci nun saria
s’avissi fattu ciò ca dico a ttia…
ca iu ‘nchiudatu in cruci nun saria!
Tu ti lamenti, ma che ti lamenti?
Pigghia nu bastuni e tira fori li denti…
Tu ti lamenti, ma che ti lamenti?
Pigghia nu bastuni e tira fori li denti…
Tu ti lamenti, ma che ti lamenti?
Pigghia nu bastuni e tira fori li denti…
Tu ti lamenti, ma che ti lamenti?
Pigghia nu bastuni e tira fori li denti…

608 Visite totali, 2 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *